Andrea Della Valle: BASTA CITTADELLA! (Finalmente) … Grazie Politica Fiorentina/Toscana

Oggi finalmente dopo anni di tira e molla Andrea Della Valle ha (finalmente) dichiarato a chiare lettere che la “Cittadella” non interessa più alla proprietà della Fiorentina.
Era l’ora !
Un grazie ai politici di Firenze e della Toscana, grazie a chi vi ha dato il voto da sempre e che è coresponsabile della inettitudine di chi ha tenuto la nostra magnifica Regione e Città nell’arretratezza e nella grettezza.
Mentre da altre parti negli ultimi 20 anni si sono costruiti 3 Stadi, Aeroporti, Autostrade, Stazioni Ferroviare all’avanguardia…noi ? niente !
Che vergogna, che peccato !
Abbiamo la migliore Regione al Mondo, la più bella città del Mondo e siamo governati da  chi non ha mai sviluppato infrastrutture e servizi come meritavamo.
Finalmente (si spera) smetteremo di parlare della Cittadella e daremo un taglio al logorio delle polemiche faziose di chi non ha a cuore il bene della Fiorentina e il benessere dei Tifosi.
Perchè io devo andare da sempre a prendermi acqua, sole, vento per vedere la magica Viola quando dappertutto ci sono stadi moderni ?
Perchè devo lasciare l’auto e farmi 2km a piedi e 1 ora di fila per tornare a casa ?
Perchè non posso comodamente portare la mia famiglia allo stadio e dare il contributo usufruendo di servizi dal colore Viola ?
La famiglia Della Valle pur con i loro difetti (umani) ci ha messo la faccia, passione e soldi e sono stati presi a pedate, derisi, umiliati su questo progetto e non solo.
Negli anni certe scelte e certi atteggiamenti sono stati negativi ma nel complesso c’è del positivo in quello che hanno costruito.
Vediamo ora le reazioni della politica e dell’informazione che spesso è assai velenosa verso chi cerca di fare del suo meglio.
Tutti noi vorremmo Moratti o lo sceicco ma non mi risulta che ci sia o ci sia stata la fila per prenderci e tutt’ora non si ha notizie di magnati innamorati.
I Della Valle di errori grossolani ne hanno fatti ci sono state situazioni sfavorevoli nell’ultimo anno solare riassumibili in:
1) Essersi ritirati dalle cariche societarie facendo ricadere sulla società un malessere per la Cittadella e aver gestito malissimo il “licenziamento” (che ci stava tutto dal punto di vista tecnico) di Cesare Prandelli
2) Acquisti disastrosi per 30 milioni di euro dal gennaio ad oggi. Qui Pantaleo Corvino dovrebbe iniziare da subito a non sbagliare più per tanto tempo
3) La storia sciagurata di Mutu che ci ha tolto uno dei pochi campioni e il grave infortunio di Jovetic sono stati due mazzate così come l’eliminazione ingiusta per i quarti di Champions League.
Ma passiamo a cosa stamattina Andrea Della Valle a detto

La Cittadella è un capitolo chiuso, almeno i politici dormiranno sonni tranquilli. A Firenze c’è una cricca a cui piace destabilizzare l’ambiente. E’ un gioco al massacro che porta solo cose negative. Cerchiamo di isolare queste persone. La famiglia Della Valle rimane comunque vicina alla Fiorentina. C’è chi pensa che io sia qui per fare delle passeggiate, ma sono ormai nove anni che mi occupo della Fiorentina. (…)
Quando accendo la tv sembra quasi che non tengo alla Fiorentina anche se vado via due giorni e poi torno in città (…)
C’è una sorta di gioco al massacro, da parte dei soliti noti, nei mie confronti pensato per destabilizzare l’ambiente. (…)
Nei momenti difficili non si lascia, ma anzi aumenta la grinta (…)
I fiorentini devono stare attenti da coloro che cercano di destabilizzare l’ambiente contro me e mio fratello. E’ una cosa assurda. Per i Della Valle la Fiorentina è una priorità, perché io come tutti coloro che lavorano in questa
società mettiamo anima e cuore in questo progetto”
Avrei voluto sentir dire “Torno formalmente come Presidente”
Ora comunque per non passare dalla parte del “torto” cari Andrea e Diego Della Valle ignorate la cricca e riportate il sorriso (per primo il vostro) alla Fiorentina per continuare in un progetto che ci veda non sconfitti ma  protagonisti.

Buon lavoro.
Share SHARE

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *